Home / AI tecnologia / C-Mask di Donut Robotics

C-Mask di Donut Robotics

Coronavirus: un’azienda giapponese svela una maschera intelligente che si collega ai telefoni

Una startup giapponese ha svelato una maschera facciale intelligente che si collega agli smartphone e consente agli utenti di effettuare chiamate in remoto, senza parlare direttamente nei loro cellulari. Capace di inviare messaggi di testo tramite parlato, il suo sviluppatore Donut Robotics lo sta commercializzando come un modo per rimanere in contatto durante l’era del coronavirus.

Soprannominato “C-Mask”, il dispositivo si adatta a maschere normali a base di tessuto. Si collega a un’app tramite Bluetooth, consentendole di trascrivere i messaggi vocali in messaggi di testo, che vengono quindi inviati tramite lo smartphone dell’utente. Può anche tradurre dal giapponese in altre otto lingue e amplificare la voce dell’utente, nel caso in cui non possano essere ascoltati attraverso la maschera.

C-Mask Connected Smart Face Mask per Coronavirus
La C-Mask si collega allo smartphone dell’utente tramite Bluetooth, consentendo alla sua app di essere utilizzata per … [+] DONUT ROBOTICA
Più popolari in: AI

“Abbiamo lavorato duramente per anni per sviluppare un robot e abbiamo utilizzato quella tecnologia per creare un prodotto che risponda al modo in cui il coronavirus ha rimodellato la società”, ha dichiarato Taisuke Ono, CEO di Donut Robotics, parlando con Reuters .

Il Giappone sarà il primo mercato a ricevere la C-Mask, con 5.000 unità spedite da settembre al prezzo di 3.980 yen giapponesi (circa $ 37,23). Donut Robotics punta anche a vendere la maschera intelligente negli Stati Uniti, in Europa e in Cina, dove i timori di una seconda ondata di coronavirus sono una caratteristica ricorrente dell’attuale panorama sociale ed economico.

Il problema con un esercito di tracciamento dei contatti volontari
Per Donut Robotics, le funzioni di invio e traduzione dei messaggi sono solo l’inizio dei suoi piani per la maschera a C. Al momento, la maschera intelligente può anche essere utilizzata per prendere appunti e minuti, ma la società giapponese afferma sul suo sito Web che mira a espandersi in realtà aumentata e capacità di realtà virtuale in un secondo momento.

Non è chiaro quanto possa essere efficace la C-Mask, anche se Ono segnala un forte interesse per il dispositivo. Detto questo, è sicuramente arrivato al momento giusto nella storia. A causa della pandemia di coronavirus, l’industria degli smartphone ha subito la peggiore contrazione del mercato nella storia nell’anno conclusosi nel primo trimestre 2020, con Gartner che a giugno ha riferito che le vendite globali sono diminuite del 20% . Allo stesso tempo, le esigenze della salute pubblica e personale attualmente motivano le persone a usare e toccare meno i loro smartphone mentre sono fuori .

Tuttavia, ciò che la C-Mask offre essenzialmente è un modo senza contatto di usare il tuo smartphone. Usando il Bluetooth per connettersi a una (breve) distanza dal telefono, la maschera intelligente consente agli utenti di parlare e inviare messaggi sui loro telefoni senza tenerli in faccia. Allo stesso modo, consente loro di utilizzare i loro telefoni senza dover rimuovere le loro maschere.

In parole povere, la C-Mask promette di consentire alle persone di continuare a utilizzare i loro telefoni all’esterno senza aumentare il rischio di contrarre il coronavirus.

In un’economia globale sempre più orientata verso una comunicazione e una connessione costanti, la C-Mask sarà accolta da molti consumatori e aziende. Detto questo, una delle discutibili “compensazioni” della pandemia di coronavirus è che ha permesso ad almeno alcuni di noi di condurre una vita più lenta e meno frenetica, in cui non siamo perpetuamente legati ai nostri smartphone. Fornendo un modo apparentemente meno rischioso di utilizzare gli smartphone all’esterno, i critici potrebbero suggerire che la maschera C combina il peggio dei mondi pre e post-coronavirus. Cioè, abbiamo ancora lo stress di proteggerci di nuovo dal coronavirus, ma ora abbiamo anche lo stress delle chiamate incessanti e dei messaggi che hanno rovinato alcune delle nostre vite prima della pandemia.

Ovviamente, Donut Robotics ovviamente non sta costringendo nessuno ad acquistare la C-Mask. E per quelli di noi che mancano di usare i nostri telefoni all’esterno senza preoccuparsi di strofinarsi il coronavirus sulle orecchie, è sicuramente un dispositivo interessante.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi