Home / Archive by category "Economia"

Economia

Ebay il software di traduzione migliorato e l’aumento di vendite

Il machine learning è un pugno economico: il forte aumento di eBay nel commercio internazionale Di PETER DIZIKES, MIT Studio: dopo che eBay ha migliorato il suo software di traduzione, il commercio internazionale è aumentato notevolmente. Un nuovo studio scritto da un economista del MIT mostra che un software di traduzione migliorato può aumentare significativamente il commercio internazionale online, un caso notevole di apprendimento automatico che ha un chiaro impatto sull'attività economica. La ricerca rileva che dopo che eBay ha migliorato il suo programma di traduzione automatica nel 2014, il commercio è aumentato del 10,9% tra le coppie di paesi in cui le persone potevano utilizzare il nuovo sistema. “Questo è un numero sorprendente. Per essere così chiaro in così poco tempo, dice davvero molto sulla potenza di questa tecnologia ”, afferma Erik Brynjolfsson, economista del MIT e coautore di un nuovo articolo che illustra in dettaglio i risultati. Per mettere i risultati in prospettiva, aggiunge, considera che la distanza fisica è, di per sé, anche una barriera significativa al commercio globale. La variazione del 10,9 percento generata dal nuovo software di traduzione di eBay aumenta gli scambi di un importo pari a "ridurre il 26 percento del mondo, in termini di impatto sui beni che abbiamo studiato", afferma. L'articolo, "La traduzione automatica influisce sul commercio internazionale? Prove da una grande piattaforma digitale ", appare nel numero di dicembre di Management Science. Gli autori sono Brynjolfsson, professore di scienze della gestione della famiglia Schussel presso la MIT Sloan School of Management, e Xiang Hui e Meng Liu, entrambi professori assistenti presso la Olin Business School della Washington University di St. Louis. Solo perché Per condurre lo studio, gli studiosi hanno esaminato ciò che è accaduto dopo che eBay, nel 2014, ha introdotto il suo nuovo sistema eBay Machine Translation (eMT), un programma proprietario di...
Continua a Leggere

Che cosa sta facendo Apple nella Ai intelligenza artificiale

Apple sta espandendo silenziosamente il suo ecosistema di intelligenza artificiale Apple ha recentemente acquisito Xnor.ai, una start-up con sede a Seattle che sviluppa strumenti di intelligenza artificiale a basso consumo e basati su bordi. Apple non ha rivelato i termini dell'accordo, ma GeekWir ha affermato che l'accordo valeva circa $ 200 milioni. Secondo quanto riferito, Apple ha pagato un importo simile per Turi, un'altra società con sede a Seattle specializzata in machine learning e AI, nel 2016. Apple ha recentemente acquisito la start-up britannica Spectral Edge per una somma non divulgata. Ma quelle acquisizioni sono solo la punta dell'iceberg AI di Apple. Apple ha acquisito più di 20 aziende AI dal 2010, secondo CB Insights, superando il numero di acquisizioni AI da Alphabet s' di Google, Microsoft , Facebook e Amazon . Nel 2018, Apple ha anche messo in scena il responsabile dell'intelligenza artificiale e della ricerca di Google John Giannandrea. Tutte queste mosse indicano che Apple sta espandendo in modo aggressivo il suo ecosistema di intelligenza artificiale, anche se le sue applicazioni sono meno visibili dell'implementazione dell'IA di Google e Facebook per gli annunci mirati o dell'utilizzo di Amazon dell'IA per l'ordinamento delle schede dei prodotti. Analizziamo i piani di intelligenza artificiale di Apple e vediamo come potrebbero modellare il futuro del gigante della tecnologia. Si tratta dell'iPhone, per ora Negli ultimi dieci anni, le acquisizioni AI di Apple si sono concentrate principalmente sul miglioramento dell'iPhone con nuove funzionalità. Ha acquisito Siri, l'assistente virtuale principale di iOS, nel 2010. Le sue acquisizioni di società di visione artificiale come RealFace - insieme allo sviluppo di chip proprietari - hanno portato al lancio di FaceID e altre funzionalità di tracciamento dei volti nel 2017. L'acquisto di Xnor.ai da parte di Apple integra tali investimenti. Il motore Edge AI di X...
Continua a Leggere

Starbucks e l’intelligenza arificiale di fatto è una società di tecnologia dei dati

Starbucks non è un'azienda del caffè - è una società di tecnologia dei dati Sono un esempio da manuale di come utilizzare strategicamente i dati per rimanere competitivi Starbucks non vende semplicemente un numero enorme di bevande calde e fredde in tutto il mondo, ma raccoglie anche enormi quantità di dati da oltre 100 milioni di transazioni a settimana. Come usa questi dati? E quale ruolo svolgono AI e Internet of Things (IoT) in questo? Il modo in cui Starbucks utilizza i dati e la tecnologia moderna a vantaggio della concorrenza è istruttivo per tutte le aziende, indipendentemente dalle dimensioni. Ad esempio, è un pioniere nella combinazione di sistemi di fidelizzazione, carte di pagamento e app mobili. Ma questo graffia solo la superficie. Questo articolo mette in evidenza cinque degli esempi più interessanti di come Starbucks utilizza i dati, l'IA e l'IoT per un vantaggio competitivo. Suggeriscono che potrebbe esserci un argomento convincente secondo cui Starbucks non è più un'azienda del caffè, ma ora è una società di tecnologia dei dati nel settore degli alimenti e delle bevande. Starbucks dimostra la relazione tra dati, tecnologia e business meglio di molti altri Starbucks non è a corto di dati. Ha oltre 30.000 negozi in tutto il mondo e completa quasi 100 milioni di transazioni a settimana. Questo gli dà una visione completa di ciò che i suoi clienti consumano e godono. Ma forse sorprendentemente, si concentra sul valore di questi dati solo per poco più di un decennio. Non è che non abbia usato i dati prima di allora. Ma, come con molti grandi cambiamenti in un'azienda, una crisi ha causato il cambiamento. In questo caso, era il blip finanziario del 2008 e le chiusure dei negozi associati. La lezione di Howard Schultz, allora amministratore delegato, fu che l' uso di dati da parte di Starbucks doveva essere più analitico, in particolare nel decidere le posizioni dei negozi. Prima di questo, le decisioni di Starbucks erano - come molte altr...
Continua a Leggere

Apple compra Xnor.ai di Paul Allen

Apple acquisisce Xnor.ai, spin-out AI edge di AI2 di Paul Allen, per un prezzo di $ 200 milioni L'acquisizione fa eco all'acquisto di alto profilo di Apple della startup AI di Seattle Turi nel 2016 . Parlando a condizione di anonimato, fonti hanno riferito che Apple ha pagato un importo simile a quello pagato per Turi, nel range di $ 200 milioni. Apple e Xnor.ai non hanno risposto immediatamente alle nostre richieste, ma aggiorneremo questo rapporto con tutto ciò che sentiamo. Quando abbiamo visitato l'ufficio di Xnor nel quartiere Fremont di Seattle questa mattina, era chiaramente in atto una mossa, presumibilmente verso gli uffici di Apple a Seattle. La disposizione suggerisce che gli strumenti di riconoscimento delle immagini abilitati per AI di Xnor potrebbero benissimo diventare funzionalità standard nei futuri iPhone e webcam. L'acquisizione di Xnor.ai segna una grande vittoria per l'Allen Institute for Artificial Intelligence, o AI2, creato dal compianto co-fondatore della Microsoft Paul Allen per dare impulso alla ricerca sull'IA. È stato il secondo spin-out dell'incubatore di startup AI2 , dopo Kitt.ai , che è stato acquisito dal motore di ricerca cinese Baidu nel 2017 per una somma non divulgata. L'accordo è una grande vittoria anche per i primi investitori della startup, incluso il Madrona Venture Group di Seattle; e per l'Università di Washington, che funge da fonte principale del pool di talenti di Xnor.ai. La salsa segreta della startup di tre anni ha a che fare con l'intelligenza artificiale ai margini: strumenti di apprendimento automatico e riconoscimento delle immagini che possono essere eseguiti su dispositivi a bassa potenza anziché affidarsi al cloud. "Siamo stati in grado di ridimensionare l'IA dal cloud a tutti i dispositivi là fuori", ha detto a GeekWire nel 2018 il co-fondatore Ali Farhadi, che è CXO (Chief Xnor officer) dell'impresa e professore UW . Xnor door L'ufficio di Xnor.ai nel quartiere Fremont di Seatt...
Continua a Leggere

Gli errori della Intelligenza artificiale AI o meglio il lato oscuro dell’IA

Gli errori dell'IA di Matthew Black Nonostante l'inondazione di conferenze, titoli, TED Talks e polemiche che circondano l'intelligenza artificiale nel corso degli ultimi anni, la maggior parte di ciò che viene pubblicato su intelligenza artificiale e si diffonde attraverso i media tradizionali e social network non vanno oltre l'hype tecno-utopista promosso dalla Silicon Valley o i titoli apocalittici di esca a scatto che predicono la disoccupazione di massa e l'inutilità umana. Tuttavia, l'intelligenza artificiale è, in sostanza, solo una forma di automazione, una delle tante nello sviluppo di macchinari sotto il capitalismo, che riduce i costi e aumenta la produttività. “ Pochi sviluppi tecnologici … hanno suscitato tante emozioni contraddittorie quanto l'automazione. È stato così da quando Henry Ford ha perfezionato la catena di montaggio all'inizio del XX secolo. L'automazione è progredita costantemente da allora nelle fabbriche, nei back office e nei negozi, ma queste emozioni stanno ribollendo di nuovo mentre le tecnologie di automazione intelligenti basate sui dati fanno sentire la loro presenza . ” Queste "emozioni contraddittorie" derivano dalla paura che l'automazione cerchi di rimuovere il lavoro umano ove possibile o ridurlo a un ruolo supplementare quando non lo è. Per la classe lavoratrice, quindi, l'automazione è una minaccia incombente e costante mentre per manager, amministratori delegati e proprietari di capitale l'automazione è semplicemente un mezzo per "aggiungere valore al business". In termini di tecnologie dell'informazione, queste paure "sono esplose" almeno fino al 1964, quando il cosiddetto Comitato della Tripla Rivoluzione inviò il presidente americano Lyndon B. Johnson a presentare un appello per affrontare la "rivoluzione della cibernazione" che, come combinazione di "Il computer e la macchina autoregolante", hanno minacciato di mettere senza lavoro un numero senza precedenti di persone . Gli economisti mainstream generalmente respi...
Continua a Leggere

Come diventare esperto di intelligenza artificiale e quanto guadagna un programmatore AI

Ingegneri AI: cosa fanno e quanto costano? Competenze, ruoli e denaro dell'ingegnere AI “Se volevi ottenere un salario pluriennale a sette cifre, avevi solo quattro opzioni di carriera: amministratore delegato, banchiere, animatore di celebrità o atleta professionista. Ora c'è un quinto - esperto di intelligenza artificiale. ”- Immagina un bicchiere con le palle. Questo bicchiere è un campo di conoscenza dell'informatica e le sfere sono vari campi: back-end, sviluppo front-end, incorporato. Una di queste sfere è l'intelligenza artificiale ed è speciale perché ci sono altre sfere all'interno: apprendimento automatico, elaborazione del linguaggio naturale e tutta una serie di altre cose. Ognuna di queste unità individualmente - una forza potente e nuove opportunità per cambiare qualsiasi sfera. L'intelligenza artificiale non è solo l'automazione del lavoro cognitivo, ma anche uno sviluppo costante. Senza alcuna esagerazione, lo sviluppo di soluzioni basate sull'intelligenza artificiale sembra un'attività promettente, ma è davvero così? Ho deciso di condividere con te la mia esperienza e conoscenza per aiutarti a guardare oltre il sipario di un processo di intelligenza artificiale e imparare un po 'di più sugli esperti di intelligenza artificiale. Senza ulteriori indugi, entriamo subito! Quali sono i ruoli chiave degli ingegneri AI? Per molti, l'intelligenza artificiale sembra esistere sull'orlo dei film di fantascienza, ma in realtà si è già integrata nelle nostre vite. L'intelligenza artificiale svolge una certa funzione intellettuale che in precedenza solo gli umani possono svolgere. Inoltre, l'IA ora affronta una serie di funzioni anche meglio degli umani. Il compito principale dell'IA è quello di trarre una conclusione logica e sembra all'avanguardia lo fa bene. Un esempio lampante dell'uso dell'intelligenza artificiale sono le applicazioni mobili che riconoscono il parlato. Ad esempio, il navigatore o gli smartphone Google Now per Android, che traccia la...
Continua a Leggere

Oxbotica, BreakR, Deary, NextQuestion, Evolution AI : cinque startup AI di Intelligenza Artificiale che è meglio tenere d’occhio

Cinque startup AI che devi conoscere Con un algoritmo che combatte le notizie false, i veicoli autonomi e le mani libere, la tecnologia ad attivazione vocale per disabili, ML, AI e NLP stanno iniziando a fare la differenza. Machine Learning (ML), Intelligenza artificiale (AI) e Natural Language Processing (NLP): l'equivalente attuale del mondo tecnologico di antipasto, alimentazione e dessert. In questa festa di cinque nuove startup, la folla viene trattata in piazzole sui veicoli autonomi più avanzati sul (e fuori) pianeta, uno strumento di comunicazione ad attivazione vocale per le persone con disabilità e un algoritmo NLP che potrebbe salvarci da notizie false. È ora di mangiare … Oxbotica Fresco di un'iniezione di denaro di £ 14 milioni nel loro primo round di finanziamento, Oxbotica è alla ricerca di cuori e menti: hanno bisogno di ingegneri di ogni tipo. Originario del dipartimento di ingegneria informatica dell'Università di Oxford, Oxbotica è all'avanguardia nello sviluppo di veicoli automatizzati in tutto il mondo. Detto questo, Oxbotica non è un'azienda automobilistica senza conducente. Piuttosto, il loro prodotto principale, Selemium, è il "cervello" robotico che gestisce i loro veicoli autonomi: consentendo ai veicoli di condividere esperienze e avanzare attraverso le loro osservazioni. " I veicoli imparano ", afferma il professore di Ingegneria scientifica a Oxford e il co-fondatore di Oxbotica, Ingmar Posner . "Questo è ciò che differenzia la nostra tecnologia da quasi tutte le altre tecnologie là fuori." Mentre la loro tecnologia può felicemente percorrere le strade di Londra o un enorme magazzino a Singapore, il vero focus del team è in ambienti non strutturati: miniere e altri mondi non stradali, compresi gli ecosistemi alieni. Questo, secondo l'impressionante presentatore, è dove le grandi opportunità sono per i veicoli autonomi. "Siamo ambiziosi: questo è un mercato da trilioni di dollari". BreakR Nonostante 1 a 5 persone nel Regno Unito che ...
Continua a Leggere

Metà dei posti di lavoro verranno sostituiti dall’intelligenza artificiale

5 lavori su 10 verranno sostituiti dall'IA? Immagina un centro città del futuro: non ci sono auto, taxi, autobus e camion. Ci saranno robot ma non molto lavoro. Nella città del futuro, tutti i veicoli sono stati sostituiti da baccelli autonomi: piccoli veicoli elettrici a guida autonoma. Possono essere adattati per il trasporto di passeggeri o merci, hanno una mappa di ogni strada, ogni incrocio e ogni ostacolo in città e si aggiornano reciprocamente sulle condizioni del traffico o sui potenziali blocchi. Sono completamente automatici. Non sono necessari semafori, rotonde o indicazioni stradali perché i pod non solo hanno una conoscenza completa della città ma anche, poiché comunicano tra loro, hanno una conoscenza precisa della posizione di ogni altro pod. Possono negoziare tra loro quando si tratta di chi va per primo a un incrocio o dove un pod si fonde nel traffico quando si allontana. Non ci saranno collisioni perché ogni pod coopera con i loro compagni pod. Baccelli passeggeri traghetti pendolari dalle stazioni ferroviarie ai loro uffici - almeno quelli rimasti - portano i bambini a scuola e i loro genitori al centro commerciale. I baccelli che trasportano merci portano il tuo negozio settimanale da un magazzino di supermercati fuori città e consegnano la posta. Dove sono le persone? Che cosa è successo in questa città automatizzata a tutte le persone che guidavano taxi, autobus e furgoni? Non sono più necessari. Che dire delle centinaia di giovani donne e uomini su biciclette e scooter che offrono pizze, hamburger e così via? Ridondante. E poiché ora ordini tutti i tuoi generi alimentari online (consegnati da un pod), non ci sono supermercati - né operatori di cassa, né scaffalatori - ei magazzini che li hanno sostituiti sono completamente automatizzati. Non ci sono auto private nel centro della città, quindi non ci sono restrizioni di parcheggio da applicare, nessuna violazione del traffico per perseguire, nessun guardiano del traffico. Negli uffi...
Continua a Leggere

la Cina vende droni autonomi letali

I militari statunitensi ammettono per la prima volta che la Cina vende droni autonomi letali Il segretario alla Difesa degli Stati Uniti Mark T. Esper ha definito la collaborazione con la Cina sull'intelligenza artificiale "un focus breve e miope sulle opportunità economiche" UU.S. Il segretario alla Difesa Mark T. Esper ha parlato per la prima volta oggi della vendita cinese di droni altamente autonomi sul mercato internazionale, mettendo in discussione la precedente posizione della Cina secondo cui i robot autonomi erano pericolosi e ponevano una " preoccupazione umanitaria ". "Mentre parliamo, il governo cinese sta già esportando alcuni dei suoi droni aerei militari più avanzati in Medio Oriente, mentre si prepara a esportare i suoi UAV stealth di prossima generazione [veicoli aerei senza equipaggio] quando verranno messi in linea", ha detto Esper durante una conferenza organizzata dalla National Security Commission of Artificial Intelligence. "Inoltre, i produttori di armi cinesi stanno vendendo droni pubblicizzati come capaci di piena autonomia, inclusa la capacità di condurre attacchi letali mirati." Questa è la prima volta che un alto funzionario statunitense parla della vendita cinese di droni autonomi letali, anche se si sospetta che le macchine siano state vendute ai paesi del Medio Oriente almeno dalla fine del 2018. I media statali cinesi hanno pubblicizzato la disponibilità di droni letali autonomi per mesi. La retorica evidenzia preoccupazione da parte dell'amministrazione circa le ambizioni militari cinesi dell'intelligenza artificiale, ed evidenzia il senso di immediatezza del DoD nell'affrontare come la Cina sta diffondendo la sua tecnologia autonoma in tutto il mondo. Due società cinesi sostenute da fondi governativi sono state ampiamente identificate come venditori di droni letali. Ziyan, che ha collaborato con il ministero cinese della pubblica sicurezza lo scorso anno, vende droni che possono essere equipaggiati con pistole o bombe.Ha anch...
Continua a Leggere

Trovare lavoro nella AI Intelligenza artificiale senza essere dei tecnici

Costruire una carriera nel mondo dell'IA senza background tecnico Ti sei svegliato una mattina per scoprire che il mondo intero parlava di intelligenza artificiale e apprendimento automatico? Dalle auto a guida autonoma ad Amazon che ti dicono cosa vuoi comprare prima di capire che sapevi di volerlo - l'IA, in particolare l'apprendimento automatico, si è insinuato in ogni parte della nostra vita. Questo nuovo mondo coraggioso di machine learning (ML) e automazione ha anche scatenato un ampio dibattito sul futuro del lavoro e sul ruolo che gli umani rivestiranno in esso, in particolare per quelle persone (come me) che non hanno un background tecnico. Come dirigente di una società in crescita della ML che ha una laurea in antropologia e pianificazione urbana, almeno una volta alla settimana mi viene chiesto come può una persona non tecnica mettersi in piedi e alla fine costruire una carriera nell'economia emergente dell'IA. Ecco i tre consigli che condivido con la gente: (1) Cerca Posizioni per addestrare le macchine L'intelligenza artificiale non nasce intelligente. I prodotti ML si affidano alle persone per addestrarlo su ciò che dovrebbe fare. Pensa a questo come un insegnante che insegna ai bambini in lingua inglese o che ti insegna come fare deadlift in palestra. Ad esempio, la società per cui lavoro, RoadBotics , applica l'apprendimento approfondito per aiutare i governi a disporre di dati di alta qualità sulle loro condizioni stradali. Sostanzialmente alimentiamo le immagini del nostro modello ML delle superfici stradali e genera una valutazione delle condizioni da 1 a 5 in base ai disagi presenti sulla strada in ogni immagine. In che modo il nostro modello ML è arrivato al punto in cui può prendere decisioni accurate e coerenti sulle condizioni di qualsiasi fondo stradale? La gente doveva addestrarlo! Il rigoroso regime di allenamento consiste in dozzine di persone che guardano milioni di immagini su una piattaforma basata sul web e 'dipingono' o etiche...
Continua a Leggere
Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi