Home / APP Ai / Come Duolingo utilizza l’intelligenza artificiale AI

Come Duolingo utilizza l’intelligenza artificiale AI

Gli incredibili modi in cui Duolingo utilizza l’intelligenza artificiale per
È una sfida imparare una nuova lingua, soprattutto una volta superati i 18 anni. Ma Duolingo , autoproclamato “il modo migliore al mondo per imparare una lingua” e appoggiato dai revisori del Wall Street Journal e del New York Times , è destinato a cambiare la situazione con l’aiuto dell’intelligenza artificiale (AI). Duolingo è stata lanciata nel 2011 e, attraverso un potente mix di apprendimento personalizzato, feedback immediato e gamification / ricompense, è diventata una delle app educative più scaricate oggi. Diamo un’occhiata a come l’intelligenza artificiale aiuta l’azienda a fornire lezioni di lingua personalizzate ai suoi 300 milioni di utenti.

Fondata a Pittsburgh dallo scienziato informatico della Carnegie Mellon University Luis von Ahn , noto per aver creato CAPTCHA, la missione di Duolingo è “rendere l’istruzione gratuita e accessibile a tutti nel mondo”. Oggi gli oltre 300 milioni di utenti dell’azienda ricevono una formazione personalizzata su più di 30 lingue diverse, dallo spagnolo al navajo al klingon attraverso la sua app multipiattaforma. L’apprendimento di una lingua richiede molto tempo: il Dipartimento di Stato degli Stati Unitistima che per imparare una lingua possano essere necessarie da 600 a più di 1.100 ore di lezione. Duolingo suddivide questo sforzo in parti gestibili che possono essere eseguite ovunque e in qualsiasi momento, personalizzate per ogni utente e infuse con divertimento e un sistema di ricompensa basato sui punti. Gli utenti possono accedere all’app gratuitamente, ma coloro che non desiderano annunci pubblicitari possono iscriversi al servizio premium tramite un abbonamento mensile.

L’intelligenza artificiale è alla base della missione di Duolingo di rendere l’educazione linguistica accessibile e gratuita a tutti. Inizia con un’intelligenza artificialetest di posizionamento guidato per determinare la conoscenza iniziale di ogni utente per la lingua che desidera studiare. Ad esempio, se qualcuno si è iscritto per imparare il francese e ha quattro anni di istruzione al liceo, probabilmente sarà in grado di iniziare le lezioni di Duolingo più avanti rispetto a un utente che non era mai stato esposto al francese prima. Per determinare esattamente dove inizia la comprensione della lingua da parte di ciascun utente, il test di posizionamento si adatta man mano che prosegue in base al fatto che l’utente abbia risposto correttamente o meno alla domanda precedente. In soli cinque minuti, questo test fornisce all’app un buon senso di dove ogni utente dovrebbe iniziare il corso. Questa capacità contribuisce a un’esperienza utente positiva e riduce il numero di coloro che hanno una certa conoscenza che si ritirano a causa della noia all’inizio.

Un’altra caratteristica fondamentale dell’app Duolingo che utilizza l’intelligenza artificiale è nota come ripetizione spaziata. Questo concetto offre lezioni di lingua personalizzate su intervalli più lunghi per un apprendimento ottimale piuttosto che stipare lezioni in un breve periodo di tempo. Inoltre, l ‘”effetto lag” è importante anche per le tecniche di apprendimento di Duolingo. Se il divario tra le sessioni di pratica si allunga, gli utenti migliorano di più. Tutta questa distribuzione di contenuti è controllata sul back-end dall’intelligenza artificiale.

Man mano che l’apprendimento si espande e si acquisisce la competenza linguistica, l’utente interagisce con il contenuto in modi diversi. Gli algoritmi di intelligenza artificiale che utilizzano il deep learning prevedono in un dato momento la probabilità che un utente sia in grado di richiamare una parola in un determinato contesto e quindi possa capire di cosa ha bisogno l’utente per continuare a esercitarsi. Gli algoritmi analizzano i dati dell’utente per poi personalizzare l’esperienza di apprendimento.

Infatti, Duolingo genera una grande quantità di dati che è fondamentale quando si creano modelli predittivi. La quantità, il tipo e l’unicità dei dati sono stati uno dei motivi per cui l’IA dell’azienda e il responsabile della ricerca Burr Settles hanno deciso di entrare a far parte dell’azienda nel 2013 per società più grandi e più affermate. Il modello statistico di regressione dell’emivita di Duolingo funziona sulla base dell’analisi dei modelli di errore di milioni di studenti di lingue per informare la consegna di contenuti rilevanti per ogni utente e le sue esigenze di apprendimento.

Nel tentativo di garantire un’esperienza coinvolgente, Duolingo dispone di chatbot basati sull’intelligenza artificiale che aiutano a insegnare la lingua attraverso conversazioni automatizzate di testo con gli utenti che si trovano nell’app. Non solo i bot aiutano gli utenti a migliorare le loro abilità linguistiche aiutandoli a esercitarsi a conversare in una lingua, ma diventano più intelligenti man mano che vengono utilizzati. L’azienda ha anche considerato la possibilità di espandersi nelle tecnologie di realtà virtuale per offrire un’esperienza più coinvolgente.

Come con qualsiasi intelligenza artificiale, più utenti interagiscono con l’IA, meglio è. E migliore è l’intelligenza artificiale, più si avvicina a imitare gli insegnanti di lingua umana. Man mano che l’intelligenza artificiale di Duolingo acquisisce esperienza, aiuta milioni di persone in tutto il mondo ad acquisire nuove competenze linguistiche.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi