Home / AI tecnologia / Come IBM apprende dall’apprendimento automatico

Come IBM apprende dall’apprendimento automatico

Come IBM apprende dall’apprendimento automatico

È passato meno di quindici anni quando IBM ha venduto la sua azienda di PC a Lenovo e nel 2014 ha fatto lo stesso per il suo server x86. È stato un cambiamento importante per la società che qualche decennio fa era praticamente lo stesso del “PC” stesso . Ma quale è stato il fattore chiave che ha attirato l’attenzione dell’azienda e l’ha reso aperto a un percorso nuovo di zecca, diverso dalle sue passate strade sicure per il business? Indubbiamente, entrambe le aziende vendute erano diventate meno redditizie, tuttavia, non spiegano sufficientemente il motivo per cui una nuova impresa doveva sostituire quella vecchia per garantire la redditività della società.

La stretta vittoria del supercomputer IBM, Deep Blue contro il grande maestro russo di scacchi Garry Kasparov nel 1997, ha dato i primi segnali della nuova sfida che l’azienda era pronta a cercare attivamente. Nel 2006, Watson, successore di Deep Blue, ha vinto due campioni leggendari nel quiz show “Jeopardy”. Più recentemente, l’intelligenza artificiale di IBM ha assunto un dibattito umano discutendo per 20 minuti sulla necessità di sovvenzionare l’età prescolare – se Cicerone fosse vivo solo ora per vederlo. Oggi questo è noto come il Cognitive Business di IBM, un modo più sofisticato utilizzato dall’azienda per sottolineare la sua determinazione ad essere il leader dell’era dell’Intelligenza Artificiale.

La nuova strada non è tutta rose, in quanto la società si trova di fronte a una concorrenza feroce da parte di grandi tech, come Alphabet, Amazon, Facebook e Microsoft, oltre alla concorrenza di un enorme ecosistema di startup accompagnato da un’enorme potenza cerebrale e un forte sostegno finanziario da fondi privati. Tuttavia, con 9.043 concessioni di brevetto nel 2017, rispetto a 8.090 brevetti nel 2016, IBM è ancora in cima alla lista mondiale delle aziende più innovative con stretta seguaci Samsung e LG sia dalla Corea del Sud. Intel è al quarto posto e Alphabet nel sesto con rispettivamente 3.435 e 2.709 concessioni di brevetti.

IBM Project Debater a febbraio. Sia l’umano che l’intelligenza artificiale hanno rilasciato una dichiarazione di apertura di quattro minuti, una confutazione di quattro minuti e un riepilogo di due minuti senza l’uso di Internet. IBM

Dott. Costas Bekas, Distinguished Research Staff Member, mons. Fondamenti di soluzioni cognitive IBM Research – Zurigo, Svizzera sottolinea che dal 35% al ​​40% del budget della R & S dell’azienda va alla ricerca sui cieli blu e Project Debater ne è un esempio. Questa è una risorsa preziosa per il futuro dell’azienda, in quanto molti dei suoi concorrenti preferiscono concentrarsi sulla ricerca applicata e sui risultati di business in rapida crescita. Ma ciò che fa la vera differenza sembra essere il vecchio rapporto stretto dell’azienda con i principali attori economici in tutti i settori. Quando si tratta di nuovi investimenti, a un’azienda piace sentire molte voci diverse, ma la voce di una persona familiare del passato sembra in qualche modo più forte e più persuasiva.


In questa fase di sviluppo, la tecnologia AI che è in realtà una tecnologia di apprendimento automatico, una piccola frazione di un’intelligenza generica che gli scrittori di fantascienza descrivono nelle loro storie, ha bisogno di molta formazione e ciò significa grandi dati da diverse fonti. Il Dott. Costas Bekas e i suoi colleghi hanno sviluppato un nuovo servizio Watson che estrae il contenuto più prezioso dai trilioni di documenti PDF nel mondo. Una banca statunitense che controlla la tecnologia segnala che ciò che è occorso in 10 giorni richiede 2 minuti.

Questo è il motivo per cui si dice che i dati sono il nuovo capitale aziendale, motivo per cui molte aziende sono molto caute nel fidarsi in modo sicuro. Quindi, quando Alphabet e IBM bussano alla stessa porta per chiedere dati, disposti a costruire un algoritmo di apprendimento automatico per supportare l’operazione di un’azienda, forse una vecchia relazione dà alla seconda una chiave di accesso più facile.

Questo è il modo in cui questi giorni funziona IBM. Bussa a molte porte chiedendo alle aziende di utilizzare i loro dati per costruire e migliorare nuovi algoritmi e viceversa: i clienti di IBM dipendono da IBM per aiutare a trasformare le loro attività in imprese basate sulla conoscenza, potenziate dall’IA. Si tratta di un accordo win-win in quanto l’azienda trae vantaggio dalle previsioni basate su algoritmi e IBM impara come costruire algoritmi più accurati, mentre i dati restano in modo sicuro proprietà del cliente.

Va da sé che questo modo di fare non ha sempre successo. Nell’ottobre 2013, MD Anderson e IBM hanno annunciato lo sviluppo di Oncology Expert Advisor, una tecnologia di supporto alle decisioni cliniche supportata da IBM Watson. Tuttavia, questo progetto è stato messo in attesa. Entrambe le parti hanno i loro argomenti ma, come dimostra l’analisi successiva, il divorzio è il risultato di problemi organizzativi. La salute rimane una delle industrie più importanti per lo sviluppo del business dell’azienda nelle mani del vice presidente esecutivo di IBM, John E. Kelly III, che vuole incanalare la propria intelligenza in qualsiasi settore di attività.

Alla fine della giornata, attraverso questo percorso di sviluppo, IBM ottiene molta esperienza utilizzando l’apprendimento automatico nel mondo reale. Dr. Costas Bekas spiega inoltre che IBM è ora nella terza generazione dello sviluppo di Watson. “All’inizio, sapevamo che questa tecnologia aveva un grande potenziale. Quindi abbiamo iniziato a sperimentare con le abilità di sistema. E ora abbiamo diversi casi aziendali di successo, dimostrando che la nostra tecnologia è vantaggiosa per i nostri clienti. Un esempio è Symrise. Uno dei produttori leader mondiali di fragranze e aromi utilizza l’intelligenza artificiale IBM per creare profumi basati su modelli di fragranze digitali. Philyra, come viene chiamato il progetto, ha creato due fragranze per O Boticario in Brasile e entrambe le fragranze verranno introdotte sul mercato entro la fine dell’anno.

Inoltre, si prevede che nei prossimi anni si svolgerà una feroce battaglia nel campo dei servizi cloud. Per ora, IBM non è al primo posto nel settore del cloud, Amazon e Microsoft hanno un posto nelle prime due posizioni, ma ci vuole un sacco di sforzi per essere un leader in questo mercato e l’acquisizione di Red Hat lo scorso anno per $ 34 miliardi. è un chiaro segno di questo sforzo.

L’informatica quantistica e le architetture neuromorfiche sono le prossime grandi sfide per i supercomputer IBM IBM

Il prossimo grande top è come le aziende sfrutteranno la potenza più computazionale per ogni dollaro speso in energia. IBM ha una strategia multiasse su questa sfida. La ricerca sul cielo blu è sempre un campo pieno di sorprese. Come Alice nel Paese delle Meraviglie, la ricerca può portare risultati che oggi sono considerati pura magia. Il nuovo hardware è altrettanto entusiasmante e questo è il motivo per cui IBM ha investito nella ricerca dei computer quantistici e delle architetture neuromorfiche. Mentre IBM sta sviluppando febbrilmente gli aspetti hardware, algoritmico e matematico di Quantum Computing, i primi processori neuromorfici di livello commerciale sono attesi prima, secondo il dott. Bekas in meno di cinque anni. Tuttavia, il calcolo quantistico rimane la grande visione, in quanto ha la capacità di fare calcoli schizzinosi sulla scala del googol,

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi